00_HTC_15063

MENZIONE D’ONORE

Plays of Ticino
Elene Machaidze, Giorgi Maisuradze, Mariam Shaishmelashvili, Salome Gugunava, Nodar Kvanchiani, Irina Maskhulia, Irakli Shubashikeli, Doruntina Zendeli, Aysel Kapsız [Georgia, Macedonia, Turkey]

Plays of Ticino è uno scenario di trasformazione pensato per il nuovo hub comunitario sul fiume, attivato attraverso tre paesaggi urbani principali, tredici gruppi comunitari e otto programmi spaziali.

I paesaggi urbani (Culturescape, Smartscape e Landscape) rappresentano le dimensioni sociali riscontrate nel quartiere e nella più ampia scala cittadina, strettamente collegate con le diverse categorie di utenti ed i relativi interessi. Tre tipi di programmi spaziali, intesi come interpretazione architettonica del progetto, sono: “stages”, “guides” e “backstage”. Altri otto programmi funzionano come aree flessibili all’interno e all’esterno dell’edificio, attivate ​​dalle diverse comunità locali.

La circolazione si articola dal basso verso l’alto grazie ad un raccordo sinuoso che penetra in ogni ambiente attraverso la rampa, l’anfiteatro e il balcone. Plays of Ticino è progetto di recupero concepito nel pieno rispetto della visione originale dell’autore, evidente nel ritmo razionalista, nell’armonia delle proporzioni, nell’uso raffinato della luce, nella scelta dei materiali e nell’attenzione rivolta al paesaggio circostante.

L’intervento si inserisce volutamente con discrezione all’interno dello skyline della città di Pavia: ripropone la sezione aurea come un elemento chiave nel suo insieme, si approccia con grande sensibilità al confronto con il fabbricato originale e ricrea uno spazio vibrante destinato all’intera collettività.