00_HTC_14961

1° PREMIO

The House of Light
Paulina Pawlikowska, Paulina Górecka [Polonia]

L’edificio dell’Idroscalo ha avuto storicamente un ruolo molto importante per la città di Pavia: uno snodo infrastrutturale, un hangar, una terrazza panoramica, nonché un vero e proprio punto di riferimento per lo skyline Pavese, da sempre fortemente legato al rapporto con il fiume. Lavorando prevalentemente sul tema della luce, si è cercato di attirare l’attenzione dei cittadini suscitandone la curiosità, invitandoli a conoscere l’interno dello spazio e restituendo al fabbricato la centralità di un tempo.

La struttura originale è completata con elementi vetrati e trasparenti, ottenendo un’efficace illuminazione dell’esterno del complesso. Con l’aiuto della luce, il manufatto recupera il posto che gli spetta sulla mappa della città, segnalando la sua presenza in ogni direzione. Grazie ad una serie di terrazze realizzate al suo interno, l’edificio mette in connessione il tessuto urbano con il fiume, creando nuove interessanti prospettive per la percezione del Lungo Ticino.

La forma dell’edificio ha ispirato un interior design legato alla tipologia del teatro Shakespeariano, proponendo diversi scenari di utilizzo che consentono di godersi le esibizioni sia dall’interno che dall’esterno. Gli spettatori creano un interessante gioco di ombre sulle facciate laterali, mostrando esplicitamente la loro presenza.

Le rampe un tempo utilizzate per l’accesso degli idrovolanti vengono portate simbolicamente all’interno dell’edificio, creando una nuova gerarchia dello spazio. Su di esse vengono realizzate delle gradinate con posti a sedere, estendendo naturalmente il palcoscenico. Il risultato è quello di uno stage centrale circondato da terrazze. L’interno è completato da piattaforme mobili con altezza regolabile, in grado di offrire diverse configurazioni scenografiche e infiniti possibili scenari per eventi e performances.