00_HTC_14173

3° PREMIO

Twofold: a Water Infrastructure that Heals
Valeria Paez Cala, Luisa Brando [Colombia]

Il progetto Twofold nasce dalla consapevolezza che il fascino dell’Idroscalo risiede nella sua controversa identità, contesa tra il razionalismo di Pagano e la natura selvaggia del Ticino. Partendo da questa dicotomia, il progetto propone un intervento di recupero che preserva e rafforza questa condizione, incentivando la contaminazione tra interazioni umane e processi naturali.

L’essenza del progetto è duplice, così come il suo programma. Con l’intento di riattivare l’edificio e il fiume, Twofold propone due programmi che riqualificano attraverso l’acqua. Il primo cura il corpo umano, la mente e lo spirito, grazie ad un complesso di saune e bagni che riecheggia le antiche strutture termali Romane. Il secondo rigenera i processi fluviali e la biodiversità attraverso una serie di operazioni di filtraggio e semina.

L’essenza del progetto è duplice, così come la sua architettura. Per ospitare entrambe le funzioni, Twofold propone due strutture. La prima è l’Hangar ristrutturato, grazie ad un intervento mirato al ripristino del design originale di Pagano, rispettandone la struttura, l’involucro e la copertura. La seconda è il suo inverso: una struttura galleggiante che si muove lungo le acque del Ticino, producendo energia e svelando una nuova prospettiva della città vista dal letto del fiume.

Quando venne realizzato, l’Idroscalo rappresentava una delle infrastrutture più importanti di tutta la città di Pavia, nato con l’ambizione di sostenerne la crescita e la prosperità. Questa particolare struttura sopraelevata, scollegata dal suo paesaggio, incarnava i principi della modernità, glorificando e proteggendo l’uomo e le sue tecnologie. Twofold rende onore all’identità infrastrutturale del progetto originale. Tuttavia, ne ridefinisce gli usi e gli obiettivi, proteggendo la flora e la fauna locali e celebrando l’acqua come elemento fondamentale per la genesi dell’edificio.